Amministratore Condominio

Come diventare amministratore di condominio? In questa speciale sezione del sito, troverete tutto quello che vi occorre per raccogliere informazioni utili su quella che è a tutti gli effetti una professione.

Amministratore condominio, chi è

L’amministratore è colui che riveste funzioni esecutive all’interno del condominio perché si occupa di amministrare e gestire i beni comuni oltre che di dare esecuzione alle delibere dell’assemblea condominiale. E’ quindi una figura importante e di responsabilità, soprattutto in caso di condomini molto grandi con numerose famiglie da gestire.

Ma come diventare amministratore condominio? La formazione amministratore condominio oggi esiste ed è reale mentre fino a qualche anno fa non si richiedevano particolari requisiti a coloro che volevano rivestire questo ruolo. Le cose sono ultimamente cambiate e oggi la legge richiede il possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado e avere frequentato un corso di formazione iniziale, organizzati generalmente dall’U.N.A.I. (Unione Nazionale Amministratori di Immobili) e dall’ANAMMI (Associazione Nazional-europea degli AMMinistratori di Immobili). Ancora, occorre seguire corsi di aggiornamento in costanza di esercizio della professione per un totale di 15 crediti formativi.

Quanto guadagna amministratore condominio

Il lavoro amministratore condominio non prevede compensi fissi ma dipende molto dalle caratteristiche del lavoro svolto. E’ chiaro che essere amministratore di un condominio di tre appartamenti non sarà la stessa cosa che esserlo di uno che di appartamenti ne ha quindici. Insomma lo stipendio di un amministratore di condominio varia da caso a caso ed è difficile poter fare una valutazione certa sulla eventuale retribuzione collegata a questa professione.

Come diventare amministratore di condominio? In questa speciale sezione del sito, troverete tutto quello che vi occorre per raccogliere informazioni utili su quella che è a tutti gli effetti una professione.

Amministratore condominio, chi è

L’amministratore è colui che riveste funzioni esecutive all’interno del condominio perché si occupa di amministrare e gestire i beni comuni oltre che di dare esecuzione alle delibere dell’assemblea condominiale. E’ quindi una figura importante e di responsabilità, soprattutto in caso di condomini molto grandi con numerose famiglie da gestire.

Ma come diventare amministratore condominio? La formazione amministratore condominio oggi esiste ed è reale mentre fino a qualche anno fa non si richiedevano particolari requisiti a coloro che volevano rivestire questo ruolo. Le cose sono ultimamente cambiate e oggi la legge richiede il possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado e avere frequentato un corso di formazione iniziale, organizzati generalmente dall’U.N.A.I. (Unione Nazionale Amministratori di Immobili) e dall’ANAMMI (Associazione Nazional-europea degli AMMinistratori di Immobili). Ancora, occorre seguire corsi di aggiornamento in costanza di esercizio della professione per un totale di 15 crediti formativi.

Quanto guadagna amministratore condominio

Il lavoro amministratore condominio non prevede compensi fissi ma dipende molto dalle caratteristiche del lavoro svolto. E’ chiaro che essere amministratore di un condominio di tre appartamenti non sarà la stessa cosa che esserlo di uno che di appartamenti ne ha quindici. Insomma lo stipendio di un amministratore di condominio varia da caso a caso ed è difficile poter fare una valutazione certa sulla eventuale retribuzione collegata a questa professione.

Menu