Architetto

In questa sezione del sito troverete tutte le informazioni utili per capire come fare a diventare architetto: dal percorso da compiere alle mansioni da svolgere fino alla remunerazione.

Chi è l’architetto

Ideare e progettare edifici e paesaggi urbani, calcolare un preventivo di tempi e costi del progetto, studiare l’ambiente circostante alla costruzione, per valutare le ripercussioni del progetto stesso. E ancora presentare il progetto ai clienti: sono queste e molte altre ancora le mansioni principali di un architetto.

Formazione, qualifiche e specializzazioni

Come diventare architetto? Il percorso deve necessariamente partire dal conseguimento di una Laurea in Architettura. Dopo averla conseguita, sarà possibile decidere di ottenere una specializzazione in un determinato settore dell’architettura per diventare architetto edile, di interni, paesaggista, oppure pianificatore, conservatore e così via (le specializzazioni sono tantissime). La formazione architetto continua poi con un esame di stato di abilitazione senza il quale non si può esercitare la professione. Una volta superato l’esame si è iscritti all’albo e si può cominciare a esercitare la professione. L’iscrizione all’albo può avvenire in due sezioni diverse in base al percorso universitario effettuato: architetto junior, se si è conseguita la laurea triennale, o senior se si è conseguita quella quinquennale.

Quanto guadagna un architetto?

Il lavoro architetto è vario. Questo professionista può infatti lavorare per studi di architettura, imprese di costruzioni, per enti pubblici (a cui accede tramite concorso) ma anche come libero professionista, quindi con Partita Iva. Può lavorare per aziende private ma può anche partecipare a bandi, concorsi e appalti pubblici. La cosiddetta parcella architetto dipende insomma da come il lavoro è impostato.

In questa sezione del sito troverete tutte le informazioni utili per capire come fare a diventare architetto: dal percorso da compiere alle mansioni da svolgere fino alla remunerazione.

Chi è l’architetto

Ideare e progettare edifici e paesaggi urbani, calcolare un preventivo di tempi e costi del progetto, studiare l’ambiente circostante alla costruzione, per valutare le ripercussioni del progetto stesso. E ancora presentare il progetto ai clienti: sono queste e molte altre ancora le mansioni principali di un architetto.

Formazione, qualifiche e specializzazioni

Come diventare architetto? Il percorso deve necessariamente partire dal conseguimento di una Laurea in Architettura. Dopo averla conseguita, sarà possibile decidere di ottenere una specializzazione in un determinato settore dell’architettura per diventare architetto edile, di interni, paesaggista, oppure pianificatore, conservatore e così via (le specializzazioni sono tantissime). La formazione architetto continua poi con un esame di stato di abilitazione senza il quale non si può esercitare la professione. Una volta superato l’esame si è iscritti all’albo e si può cominciare a esercitare la professione. L’iscrizione all’albo può avvenire in due sezioni diverse in base al percorso universitario effettuato: architetto junior, se si è conseguita la laurea triennale, o senior se si è conseguita quella quinquennale.

Quanto guadagna un architetto?

Il lavoro architetto è vario. Questo professionista può infatti lavorare per studi di architettura, imprese di costruzioni, per enti pubblici (a cui accede tramite concorso) ma anche come libero professionista, quindi con Partita Iva. Può lavorare per aziende private ma può anche partecipare a bandi, concorsi e appalti pubblici. La cosiddetta parcella architetto dipende insomma da come il lavoro è impostato.

Menu