Guida Turistica

Tutte le informazioni utili sul percorso da compiere per diventare guida turistica e alcune indicazioni sulle caratteristiche considerate necessarie per accedere all’Esame di Stato che garantisce l’abilitazione alla professione.

Guida turistica, chi è

La guida turistica è colei o colui che accompagna singole persone o gruppi di turisti a visitare musei, gallerie, opere d’arte e in generale tutti i luoghi di interesse turistico. Una sorta di “guida”, appunto, per coloro che vi si affidano per conoscere le meraviglie del mondo. Ma come diventare guida turistica?

La formazione della guida turistica

Lavorare come guida turistica è entusiasmante se si ha una passione innata per l’arte, le belle città e tutti i luoghi di interesse turistico. Per poter svolgere questa professione occorre la conoscenza di almeno due lingue straniere oltre che una cultura generale ampia sulla storia e la cultura del nostro Paese. Per diventare guida turistica è fondamentale conseguire un patentino di abilitazione attraverso il superamento di un Esame di Stato (prova scritta, orale e pratica). Una volta ottenuta l’abilitazione, si può essere inseriti nell’elenco nazionale delle guide turistiche del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e esercitare così la professione. I concorsi per diventare guide turistiche sono banditi dalle singole Regioni o Province, generalmente ogni biennio.

Quanto guadagna guida turistica?

Non è possibile fare una stima di quanto possa guadagnare una guida turistica. Dipende dal tipo di lavoro eseguito e dalle modalità ovvero dalla tipologia di contratto stipulato oltre che dal flusso turistico della città e dei “siti” di cui ci si occupa.

Tutte le informazioni utili sul percorso da compiere per diventare guida turistica e alcune indicazioni sulle caratteristiche considerate necessarie per accedere all’Esame di Stato che garantisce l’abilitazione alla professione.

Guida turistica, chi è

La guida turistica è colei o colui che accompagna singole persone o gruppi di turisti a visitare musei, gallerie, opere d’arte e in generale tutti i luoghi di interesse turistico. Una sorta di “guida”, appunto, per coloro che vi si affidano per conoscere le meraviglie del mondo. Ma come diventare guida turistica?

La formazione della guida turistica

Lavorare come guida turistica è entusiasmante se si ha una passione innata per l’arte, le belle città e tutti i luoghi di interesse turistico. Per poter svolgere questa professione occorre la conoscenza di almeno due lingue straniere oltre che una cultura generale ampia sulla storia e la cultura del nostro Paese. Per diventare guida turistica è fondamentale conseguire un patentino di abilitazione attraverso il superamento di un Esame di Stato (prova scritta, orale e pratica). Una volta ottenuta l’abilitazione, si può essere inseriti nell’elenco nazionale delle guide turistiche del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e esercitare così la professione. I concorsi per diventare guide turistiche sono banditi dalle singole Regioni o Province, generalmente ogni biennio.

Quanto guadagna guida turistica?

Non è possibile fare una stima di quanto possa guadagnare una guida turistica. Dipende dal tipo di lavoro eseguito e dalle modalità ovvero dalla tipologia di contratto stipulato oltre che dal flusso turistico della città e dei “siti” di cui ci si occupa.

Menu