Aeroporti di Roma assume: dall’ingegnere al neolaureato

Organizzazione, opportunità di sviluppo e Rewarding&Recognition: sono questi i pilastri fondamentali di Aeroporti di Roma, un’azienda che valuta costantemente le competenze dei suoi dipendenti per far sì che possano sfruttarle al meglio nell’incarico che fa per loro. Con un sistema di risorse umane che funziona alla perfezione tutto il sistema lavorativo cambia volto: è per questo che vi portiamo all’attenzione le posizioni aperte di Aeroporti di Roma.

Aeroporti di Roma è l’azienda che gestisce gli aeroporti romani di Fiumicino e Ciampino dal 1974. Dopo oltre trent’anni l’azienda si è raffinata ed evoluta, in particolare nel campo delle Risorse Umane: applicando un’interessante politica di People Management, infatti, hanno diviso in cinque macro-profili tutte le figure dell’azienda, definendo specifiche modalità di selezione e rewarding per ciascuna categoria. Molto interessante anche la posizione di AdR per quanto riguarda i neolaureati: l’azienda punta molto sulle nuove leve e a questo proposito a creato uno specifico programma, il programma Graduate, per l’inserimento dei neolaureati nella realtà aziendale.

 

I profili proposti da AdR sono i seguenti:

Neolaureati (stage)
I requisiti richiesti sono laurea specialistica in Ingegneria Civile, Ingegneria Elettrica o Ingegneria meccanica e ottima conoscenza della lingua inglese

Internal Audit
Il candidato ideale possiede una laurea in Economia Aziendale e un’esperienza di 2/3 anni, in ambito di Internal Auditing o, in alternativa, di revisione contabile, preferibilmente in Società di consulenza o in Azienda medio-grande.

Pianificazione Sistemi Tecnologici
Una laurea in Ingegneria con specializzazione in Elettromeccanica/Elettrica/Meccanica e un’esperienza aziendale, di 3/5 anni, nella gestione/conduzione/progettazione di impianti e/o sistemi tecnologici con particolare riferimento alle nuove tecnologie impiantistiche sono le caratteristiche preferenziali per la candidatura.

Ingegneria dei Sistemi
Importante per candidarsi possedere un’età orientativa di 30/32 anni e un’esperienza professionale di almeno tre anni nella definizione dei processi di manutenzione degli impianti elettrici a media ed alta tensione. È richiesta inoltre un’ottima conoscenza della lingua inglese e dei principali applicativi informatici.

Sistemi energetici
Il candidato ideale avrà un’età orientativa di 28/30 anni, conseguito brillantemente una laurea in Ingegneria Ambientale o in discipline assimilabili ed avrà inoltre maturato un’esperienza di 2/3 anni in primarie società, come collaboratore dell’ Energy Manager.

Annunci Correlati

Menu