Naspi 2021: ecco come ottenere l’indennità di disoccupazione

Naspi 2021: vorresti ottenere l’indennità di disoccupazione ma non sai da dove cominciare? Ecco una guida per scoprire a chi è rivolta, tutti i requisiti necessari e come presentare la domanda.

Naspi 2021: a chi si rivolge

La Naspi è un’indennità mensile di disoccupazione erogata e gestita dall’INPS. Si tratta in particolare di un sostegno economico al reddito che viene elargito ai disoccupati con rapporto di lavoro subordinato che abbiano perduto l’occupazione involontariamente. Nello specifico, questa indennità spetta ai lavoratori dipendenti, inclusi gli apprendisti e i dipendenti pubblici assunti a tempo determinato, ai soci lavoratori di cooperativa con un rapporto di lavoro in forma subordinata e al personale artistico con rapporto di lavoro subordinato.

Sono invece esclusi da questo sostegno economico:

  • i dipendenti a tempo indeterminato delle Pubbliche Amministrazioni;
  • gli operai agricoli a tempo determinato o indeterminato;
  • i lavoratori extracomunitari con permesso di soggiorno per lavoro stagionale;
  • i lavoratori che hanno raggiunto i requisiti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato, oppure che sono titolari di assegno ordinario di invalidità e non hanno optato per la Naspi.

Naspi 2021: i requisiti necessari

Per accedere alla Naspi è inoltre necessario essere in possesso di una serie di requisiti. Nello specifico, il lavoratore disoccupato deve avere una Dichiarazione di immediata disponibilità (DID) al lavoro e alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro concordate con il Centro per l’Impiego. E’ inoltre necessario che, nei quattro anni precedenti l’inizio del periodo di disoccupazione, siano state realizzate almeno 13 settimane di contribuzione contro la disoccupazione. Il richiedente deve poi aver effettuato almeno 30 giorni di lavoro effettivo nei 12 mesi precedenti l’inizio della disoccupazione.

Naspi 2021: come presentare la domanda

Per poter usufruire dell’indennità di disoccupazione è necessario presentare la domanda all’INPS entro 68 giorni dalla decorrenza di uno dei seguenti eventi:

  • cessazione del rapporto di lavoro;
  • cessazione del periodo di maternità indennizzato o di malattia indennizzato o di infortunio sul lavoro/malattia professionale, se insorti nel corso del rapporto di lavoro successivamente cessato;
  • fine del periodo corrispondente all’indennità di mancato preavviso ragguagliato a giornate;
  • definizione della vertenza sindacale o dalla data di notifica della sentenza giudiziaria;
  • dal trentottesimo giorno dopo la data di cessazione, in caso di licenziamento per giusta causa.

La domanda deve essere presentata tramite procedura telematica direttamente sul sito dell’INPS.

Annunci Correlati

Menu